fbpx

“Esaminando tutto ciò che ci irrita, arriveremo a comprendere noi stessi” (cit. C.G.Jung).                         “Tutto ciò che ti infastidisce negli altri è solo una proiezione di ciò che non hai risolto in te” (cit. Buddha)

Noi proiettiamo sugli altri ciò che non vogliamo vedere in noi. Questo provoca un conflitto interiore che interferisce con le relazioni perché le relazioni che instaurate parlano di voi. Spesso succede che le persone con cui abbiamo un legame sono proprio quelle che più di tutte sono esattamente ciò di cui abbiamo bisogno in quel determinato momento della nostra vita: la persona meno adeguata può essere il nostro miglior maestro.
La vita ci regala relazioni per mostrarci direttamente cosa risiede in noi, chi siamo veramente. L’altra persona ci fa solo da specchio dandoci la possibilità di ritrovare noi stessi, di farci vivere l’esperienza di cui abbiamo bisogno per tornare a chi siamo veramente.

Le lezioni da imparare potranno avere molteplici aspetti di varia natura quali: porre i nostri limiti, comunicare, rispettarci, essere fedeli a noi stessi, riconoscere le nostre qualità. Pertanto se attiriamo un partner violento questo non significa che abbiamo verso gli altri gli stessi comportamenti. Al contrario, può essere che adottiamo atteggiamenti violenti verso noi stessi (non rispettando i nostri limiti, non tenendo conto dei nostri bisogni fondamentali, criticando noi stessi), oppure che il rapporto ci inviti a riprendere in mano il telecomando della nostra vita, ad avere il coraggio di porre i nostri limiti e a trattare meglio noi stessi.